Coltivare Cannabis Legale in Casa

Coltivare Cannabis Legale in Casa

Secondo la legge italiana oggi è possibile coltivare la marijuana legale in casa. Ciò significa che, anche esponendola per esempio sul balcone, non ci sono poi conseguenze legali. Purché ovviamente seguite tutte le regole. Le forze dell’ordine possono richiede le analisi di un campione per accertarsi che si tratti della cannabis light e non di quella illegale.

I primi passi da fare per coltivare marijuana legale in casa

Se il vostro desiderio è coltivarvi da soli una pianta di cannabis light in casa, dovete prima di tutto comprare i semi certificati proprio per la coltivazione di questo tipo di pianta.
I semi della cannabis light sono stati modificati geneticamente con il fine di avere una bassa percentuale di THC, la sostanza psicotropa che altera lo stato di coscienza delle persone e per questo motivo ritenuta illegale.
L’obbligo legale che tenete è quello di conservare le fatture di acquisto dei semi per almeno 12 mesi. La certificazione dei semi deve esservi stata fornita dal venditore. Solo in questo modo potete essere certi di essere in regola in caso di controlli con le forze dell’ordine.
Per il resto dovete affidarvi alle classiche tecniche di coltivazione della marijuana legale, facendo attenzione al clima e al metodo di irrigazione.

0
    0
    Carrello
    Il Carrello è vuotoRitorna allo Shop